Berlusconi, accolta la richiesta della difesa. Il Tribunale ha deciso per l’affidamento ai servizi sociali

Silvio Berlusconi ha ottenuto l’affidamento ai servizi sociali

MilanoSilvio Berlusconi ha ottenuto l’affidamento ai servizi sociali per scontare la pena residua di un anno dopo la condanna per frode fiscale al processo sui diritti tv Mediaset. Il Tribunale di sorveglianza di Milano ha così accolto la richiesta dei difensori del leader di Forza Italia. La decisione è stata depositata questa mattina. Silvio Berlusconi presterà volontariato presso una struttura per anziani, non potrà lasciare la Lombardia ma è autorizzato, come da sua richiesta, a recarsi a Roma dal martedì al giovedì, rincasando entro le 23 del giovedì. Le prescrizioni dovrebbero diventare effettive intorno al 25 aprile. Nella capitale, il leader di Forza Italia avrà le stsse limitazioni previste per i suoi movimenti nella residenza di Arcore: potrà uscire di casa per esigenze di lavoro e personali dalle 6 del mattino alle 23.  L’ex premier presterà servizio di volontariato presso la Sacra Famiglia di Cesano Boscone, nell’hinterland di Milano, controllato dalla Curia del capoluogo lombardo

Berlusconi, Procura generale: “Sì all’affidamento ai servizi sociali”

Milano Il Procuratore generale di Milano Antonio Lamanna ha espresso, davanti al giudice del Tribunale di Sorveglianza, parere favorevole per l’affidamento di Silvio Berlusconi ai servizi sociali. Sarà poi il presidente Pasquale Nobile de Santis a comunicare alla stampa il “verdetto” una volta che il provvedimento sarà notificato al condannato e ai suoi legali. Se il giudice dovesse pronunciarsi per l’affidamento ai servizi sociali, chiesti dalla difesa, l’ex Cavaliere potrebbe espiare l’anno cercando di “motivare i disabili”.