Rai, una proposta di legge di Roberto Zaccaria, Beppe Giulietti e altri. Aperta alle osservazioni dei cittadini

L’idea è quella di prevedere elezioni, anche se indirette, per la nomina dei membri del Consiglio di amministrazione

Prato – Vi presentiamo l’iniziativa lanciata sul sito di Articolo 21 dal parlamentare del Pd ed ex Presidente della Rai Roberto Zaccaria, che nei giorni scorsi ha presentato, assieme ad altri parlamentari dell’opposizione, una proposta di legge sulla RAI. La proposta prevede delle vere e proprie elezioni, sebbene indirette, dei membri del Consiglio di amministrazione della Rai. Zaccaria apre una vera e propria consultazione tra i lettori di Articolo 21, assicurando che le osservazioni e le critiche saranno tenute in considerazione in forma di emendamenti durante il dibattito parlamentare.

Il testo della proposta di legge

Una manifestazione di 24 ore contro il ddl intercettazioni e la manovra economica

Il Popolo Viola, assieme alla Fnsi e alla Cgil, ha organizzato per domani e il 28 luglio una manifestazione di 24 ore contro il ddl intercettazioni e la manovra economica.

Firenze Ci sono diverse partite che il governo intende chiudere prima della pausa estiva. Fra le priorità di Palazzo Chigi ci sono il ddl intercettazioni e la manovra economica. Ma c’è dell’altro: la Camera dovrà eleggere gli otto membri laici del Csm (in seduta comune con il Senato) ed esaminare anche due decreti legge, ovvero quello sulla privatizzazione di Tirrenia in scadenza il 5 settembre e quello in materia energetica  (in scadenza il 7 settembre). Il Popolo Viola, assieme alla Fnsi (Federazione nazionale stampa italiana) e alla Cgil, intanto, ha organizzato per domani e il 28 luglio una manifestazione di 24 ore davanti a Palazzo Montecitorio per esprimere il proprio dissenso contro la manovra e il ddl intercettazioni.

Lo scorso 21 luglio il Presidente della Commissione Giustizia della Camera, Giulia Bongiorno, ha dichiarato inammissibili gli emendamenti presentati da Roberto Cassinelli – in quota Pdl – e da Roberto Zaccaria (Pd) al comma 29 dell’articolo 1 del ddl intercettazioni, ovvero l’obbligo di rettifica anche per i blog. I siti informatici, ivi compresi giornali e i quotidiani e i periodici diffusi per via telematica, dovranno pubblicare le rettifiche entro 48 ore dalle richieste <<con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia a cui si riferiscono>> pena una multa che può arrivare fino a 12mila 500 euro. I cittadini tornano così a far sentire la loro voce, dopo la manifestazione di piazza Navona, contro un disegno di legge che limita l’attività di indagine dei magistrati – se pur modificato con l’introduzione dell’udienza filtro – e mette a rischio in nome della censura l’esistenza dei blog.

La protesta avrà inizio domani, in serata, e andrà avanti per tutta la giornata di giovedì, giorno in cui alla Camera inizierà il dibattito sul ddl intercettazioni. Diverse le associazioni che hanno aderito alla manifestazione, fra cui Articolo 21. La mobilitazione, fa sapere il movimento, vuole dare sostegno alle <<migliaia di lavoratori che a causa di questa manovra vedono a rischio il loro posto>> e vuole inoltre <<sostenere magistrati, editori e giornalisti contro la legge bavaglio>>.

 

L’intervista a Peter Gomez, realizzata da Articolo 21 

No legge bavaglio alla rete

Cala il sipario sul web (Il Fatto Quotidiano, a firma di Federico Mello)

La Rai cancella un programma tv in ricordo di Vittorio Bachelet

La decisione motivata con la presenza in studio del figlio Giovanni, deputato del Pd, a seguito della nuova normativa sulla par condicio

Roma – Venerdì 12 febbraio, trentesimo anniversario della morte di Vittorio Bachelet, assassinato da un commando delle Brigate Rosse all’interno della Facoltà di Scienze Politiche de La Sapienza di Roma. Il professore è stato ricordato con commossi messaggi da parte delle più alte cariche istituzionali, dal Presidente della Repubblica Napolitano al Presidente del Senato Schifani.

Il ricordo della sua figura doveva essere lo scopo di questo pezzo, ma purtroppo siamo costretti a dare risalto a una notizia di poco fa: la Rai ha cancellato la puntata della trasmissione religiosa “A sua immagine”, prevista per oggi pomeriggio alle 17, che conteneva la testimonianza del figlio di Bachelet, il deputato del Pd Giovanni. Il motivo addotto sono le nuove disposizioni sulla par condicio in vista delle prossime elezioni regionali, ma la puntata era stata registrata una settimana fa, Bachelet nell’intervista ricordava solo suo padre e non aveva mai parlato di politica e, soprattutto, non è candidato alle prossime elezioni regionali.

Una decisione che ha già suscitato le prime reazioni, tra cui quella del deputato Pd ed ex Presidente della Rai Roberto Zaccaria.

La due giorni dedicata alla Costituzione: i ringraziamenti

I ringraziamenti del Comitato Casa della Cultura Enzo Biagi a quanti hanno collaborato alla realizzazione delle due iniziative

Prato – Due giorni dedicati alla nostra Costituzione, due incontri con personalità importanti come il Vicepresidente della Corte Costituzionale Ugo De Siervo e il deputato del Pd ed ex Presidente RAI Roberto Zaccaria, che ci hanno onorato della loro presenza nella nostra città. Il primo ringraziamento non può che andare a loro e ai loro staff per avere risposto con entusiasmo al nostro invito.

Un sentito ringraziamento va anche al mondo della scuola pratese. Abbiamo ricevuto un ottimo riscontro da parte di alcuni professori sensibili al tema proposto, e la presenza dei ragazzi delle scuole superiori all’incontro col professor De Siervo ne è stata testimonianza. Una presenza non solo numerosa, ma anche partecipata e vivace, e questo ci ha fatto veramente piacere. Il nostro grazie va ai professori Anna Carpani, Cristina Pratesi, Marco Manzuoli, Emanuela Teodoli, Sandra Mugnaioni, Matilde Griffo, Patrizia Renzoni ed Ettore Nespoli.

Le due giornate non sarebbero state possibili senza il fattivo contributo dell’Istituto Gramsci-Keynes di Prato e del PIN-Polo Universitario Città di Prato, le due strutture che hanno ospitato i nostri incontri. Il nostro grazie va alla preside dell’Istituto Gramsci-Keynes Maria Grazia Tempesti, al Vicepreside Antonio Buffone, alla segretaria Monica Milani, al presidente del PIN Maurizio Fioravanti e al suo staff.

Un doveroso ringraziamento va agli Enti pubblici, Comune di Prato, Provincia di Prato e Regione Toscana, che hanno concesso il patrocinio alla nostra iniziativa. Grazie all’ANPI e al Comitato a difesa della Costituzione di Firenze, presenti alle due giornate.

Il Comitato Casa della Cultura Enzo Biagi vi dà appuntamento alle prossime iniziative.

Roberto Zaccaria a Prato: la Costituzione è un patrimonio di tutti

La seconda giornata dedicata alla Costituzione ha visto l’intervento del deputato PD ed ex presidente RAI: la Costituzione è un patrimonio da difendere ogni giorno

Prato – La due giorni dedicata alla Costituzione organizzata dal Comitato Casa della Cultura Enzo Biagi ha visto ieri l’intervento del prof. Roberto Zaccaria, deputato del PD ed ex presidente della RAI. la sede dell’incontro è stato il PIN-Polo Universitario Città di Prato.

Rispetto alla lezione tenuta dal prof. De Siervo agli studenti pratesi nella giornata di mercoledì, nell’incontro col prof. Zaccaria si è parlato anche dell’attualità politica, con dei riferimenti al recente progetto di legge sul testamento biologico e alle questioni delle ronde e dei Centri di Identificazione ed Espulsione.

Il prof. Zaccaria ha stigmatizzato il trasferimento delle funzioni legislative più significative dal Parlamento al Governo e ha spiegato alla platea che nell’ultimo periodo si sta affermando la prassi delle cosiddette leggi omnibus, che invece di disciplinare in modo organico una materia (la funzione propria della legge) finiscono per raccogliere al loro interno una serie di argomenti anche non attinenti all’oggetto. Tutto ciò finisce per rendere più difficoltoso il lavoro dei parlamentari, che a volte si trovano a votare su disposizioni che non conoscono.

Nel corso dell’incontro si è parlato anche di Enzo Biagi. Il prof. Zaccaria è stato presidente RAI dal 1998 al 2002, il periodo de “Il fatto”, premiato nel 2004 come miglior programma giornalistico realizzato nei primi cinquant’anni della RAI. Zaccaria ha ricordato la grande onestà intellettuale e la coerenza di Enzo Biagi. Non poteva mancare un accenno alla stretta attualità, con un commento al caso Santoro-Vauro. Zaccaria ha evidenziato che il compito fondamentale del servizio pubblico è quello di garantire la libertà di espressione in ogni sua forma, come espresso nella Costituzione.

La giornata si è conclusa con l’appello del professore a lottare ogni giorno in difesa della nostra Costituzione e con una nota di ottimismo, quando Zaccaria ha ricordato il voto del referendum del 2006 con cui la maggioranza degli italiani bocciò il progetto di revisione costituzionale del terzo governo Berlusconi: un segnale di attaccamento ai valori e principi della Carta fondamentale.

Il professor Ugo De Siervo agli studenti pratesi: alzate la testa

Primo incontro della due giorni dedicata alla Costituzione: a Prato il Vicepresidente della Corte Costituzionale Ugo De Siervo.

Ugo De Siervo a Prato
Ugo De Siervo a Prato

Prato – Il professor Ugo De Siervo, Vicepresidente della Corte Costituzionale, ha inaugurato la due giorni dedicata alla Costituzione organizzata dal Comitato Casa della Cultura Enzo Biagi col patrocinio di Comune di Prato, Provincia di Prato e Regione Toscana.

Il professor De Siervo è stato nostro gradito ospite presso l’Auditorium “Roberto Castellani” dell’Istituto Gramsci-Keynes di Prato. E’ stato un incontro ricco di spunti che ha suscitato l’interesse degli oltre 100 studenti degli istituti superiori pratesi presenti. Il professor De Siervo ha illustrato ai ragazzi le caratteristiche fondamentali delle Costituzioni, le regole del gioco necessarie per ogni convivenza civile. Ha ricordato i momenti drammatici del dopoguerra, quando la spinta unitariadel processo costituente ha prevalso sui motivi di divisione tra le forze politiche. Si è soffermato sul ruolo cruciale degli istituti di garanzia previsti nel nostro ordinamento, a cominciare dalla Corte Costituzionale, di cui ha ricordato funzioni e compiti. Ha spiegato il complesso processo costituente europeo, evidenziandone i limiti ma anche i grandi passi in avanti compiuti negli ultimi due decenni.

In mezzo, le domande dei giovani delle scuole pratesi, che hanno contribuito in modo attivo fornendo molti spunti di discussione e riflessione. Alla fine il professor De Siervo si è rivolto a loro, invitandoli a essere curiosi verso il mondo che li circonda per conoscerlo meglio, cominciando dalla propria città; a non accontentarsi della superficie delle cose ma ad approfondire le questioni; in una parola ad alzare la testa per diventare cittadini esigenti e responsabili. Un invito che ha suscitato l’applauso spontaneo della platea e al quale ci associamo, nella speranza ma anche nella convinzione che l’incontro di stamani possa costituire uno stimolo in questo senso per i ragazzi presenti.

La due giorni dedicata alla Costituzione prosegue domani, giovedì 16 aprile, presso il Polo Universitario Città di Prato, che alle ore 17 ospiterà il professor Roberto Zaccaria, deputato del Partito Democratico ed ex Presidente della RAI. L’incontro sarà intitolato: “Costituzione repubblicana: un patrimonio da difendere”.

Foto di Alessandro Fioretti.