Telecom, dossier illegali: Enrico Bondi rinviato a giudizio per falsa testimonianza

Il commissario straordinario dell’Ilva, Enrico Bondi, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di falsa testimonianza, nell’ambito dell’inchiesta sul presunto dossieraggio illegale di Telecom Italia

FirenzeIl commissario straordinario dell’Ilva, Enrico Bondi, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di falsa testimonianza, nell’ambito dell’inchiesta sul presunto dossieraggio illegale di Telecom Italia per la vicenda della microspia trovata sulla sua auto quando era diventato da poche settimane amministratore delegato del gruppo di telecomunicazioni.  Sono state così accolte le richieste del procuratore aggiunto di Milano, Alfredo Robledo e del pm Antonio D’Alessio. A processo – avrà inizio l’11 novembre – è stato mandato anche l’ex capo del personale di Telecom Roberto Maglione.

Camorra, Mario Landolfi (Pdl) rinviato a giudizio per corruzione

Il deputato Mario Landolfi (Pdl) è stato rinviato a giudizio con le accuse di concorso in corruzione e truffa aggravate dall’avere agito per favorire il clan camorristico dei Casalesi.

FirenzeIl deputato Mario Landolfi (Pdl) è stato rinviato a giudizio con le accuse di concorso in corruzione e truffa aggravate dall’avere agito per favorire il clan camorristico dei Casalesi. Lo ha deciso il gup Alessandra Ferrigno al termine dell’udienza preliminare, accogliendo la richiesta del pm Alessandro Milita.

Landolfi avrebbe corrotto un consigliere comunale di Mondragone facendolo dimettere un mese prima della scadenza del consiglio, del quale si impedì così lo scioglimento; in cambio il parlamentare gli avrebbe offerto un contratto di lavoro di tre mesi per la moglie nel consorzio “Eco4” e un posto nella futura giunta comunale. Poiché la donna, durante i tre mesi, percepì lo stipendio ma non andò a lavorare, si configura anche la truffa. Il processo avrà inizio il prossimo 9 luglio (link)