L’Italia in piazza. Lo sciopero della Cgil e la manifestazione di Libertà e Giustizia

Prato – Un sabato di manifestazioni, dopo quella di ieri degli studenti e in attesa della giornata internazionale dell’indignazione di sabato prossimo. In piazza del Popolo a Roma in 20mila hanno partecipato alla manifestazione nazionale organizzata dalla Cgil, con le categorie del pubblico impiego e dei lavoratori della conoscenza, per protestare contro la politica del governo nei confronti dei dipendenti pubblici. Al corteo hanno partecipato anche gli studenti che hanno scelto di “essere al fianco dei lavoratori e delle lavoratrici del settore pubblico della Cgil, per ribadire che senza pubblico non c’è nessun futuro”. In testa al serpentone i rappresentanti dell’Associazione nazionale partigiani italiani con la scritta ‘Un paese senza memoria e’ un paese senza futuro-25 aprile 1945″.

A Milano quasi 25mila persone hanno partecipato a “Ricucire l’Italia” , la manifestazione organizzata da ‘Libertà e Giustizia‘ all’Arco della pace. In piazza personalità della cultura, politici, giornalisti e società civile. Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia ha detto: “Il berlusconismo sta finendo, vinceremo di nuovo”. Ha parlato anche Saviano: “E’ il momento di osare di più”.