Riccardo Magherini, la corte d’Appello conferma le condanne per tre carabinieri

Firenze – La corte d’Appello di Firenze ha confermato nella sostanza la sentenza di primo grado con cui furono condannati tre carabinieri per omicidio colposo per la morte di Riccardo Magherini, il 40enne deceduto in strada a Firenze durante un controllo la notte del 3 marzo 2014. Quindi, condannati a sette mesi i militari dell’Arma Stefano Castellano e Agostino Della Porta, mentre Vincenzo Corni ad otto mesi.

Riccardo Magherini, condannati tre carabinieri per omicidio colposo

Firenze – Il tribunale di Firenze ha condannato tre carabinieri, imputati di omicidio colposo nel processo per la morte di Riccardo Magherini, l’ex calciatore deceduto nella notte tra il 2 e 3 marzo 2014 durante un arresto in una strada del centro di Firenze. I militari dell’Arma Stefano Castellano e Agostino Della Porta sono stati condannati a 7 mesi di reclusione, mentre il collega Vincenzo Corni a 8 mesi (nei suoi confronti non si è proceduto per il reato di percosse per difetto di querela). Il giudice Barbara Bilosi ha concesso la sospensione della pena. Assolti dal reato di omicidio colposo il militare Davide Ascenzi e le due volontarie della Croce Rossa, per non aver commesso il fatto.

Caso Magherini, rinviati a giudizio quattro carabinieri e tre volontari

Firenze Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Firenze, Fabio Frangini, ha rinviato a giudizio i quattro carabinieri e i tre volontari della Croce Rossa accusati di omicidio colposo per la morte di Riccardo Magherini, deceduto nel marzo 2014 a Firenze, durante un arresto. I sette erano intervenuti nel quartiere di Borgo San Fediano mentre l’ex calciatore era in preda a una crisi da assunzione da cocaina. Uno dei militari è stato rinviato a giudizio anche per percosse: secondo le indagini, avrebbe sferrato alcuni calci all’uomo mentre era a terra ammanettato. Il processo inizierà l’11 giugno.