Contrada, la Cassazione: no alla revisione del processo

Non ci sarà la revisione del processo per concorso esterno in associazione mafiosa nei confronti di Bruno Contrada, l’ex numero due del Sisde condannato a dieci anni di reclusione per aver favorito Cosa Nostra. L’ha deciso la Cassazione.

RomaNon ci sarà la revisione del processo per concorso esterno in associazione mafiosa nei confronti di Bruno Contrada, l’ex numero due del Sisde condannato a dieci anni di reclusione per aver favorito Cosa Nostra. L’ha deciso la Cassazione. E’ stata così confermata la decisione con la quale la corte d’appello di Caltanissetta, lo scorso 8 novembre, aveva detto no alla riapertura del processo. Contrada terminerà di espiare la pena tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre di quest’anno. Contrada sconta ai domiciliari, per motivi di salute, la condanna a dieci anni di reclusione (link).