Inchiesta Petrolio: sentito dai pm l’ammiraglio De Giorgi. L’avvocato ha chiesto l’archiviazione.

Si è presentato oggi alla Procura di Potenza l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi e il suo legale ha chiesto l’archiviazione della posizione dell’ufficiale

Firenze – L’ammiraglio Giuseppe De Giorgi si è presentato oggi alla Procura di Potenza che indaga sul petrolio in Basilicata. Il capo di stato maggiore della marina è indagato per abuso d’ufficio, ha spiegato il suo avvocato Pietro Nocita che ha chiesto di archiviare la posizione dell’ufficiale. De Giorgi è indagato per un filone dell’inchiesta, quello relativo al porto di Augusta. «Ha reso dichiarazioni spontanee ai pubblici ministeri di Potenza», ha fatto sapere inoltre lo stesso legale dell’ammiraglio. De Giorgi, secondo l’accusa, avrebbe favorito la nomina del presidente della Port Authority per avvantaggiare Gianluca Gemelli, compagno dell’ex ministro dello Sviluppo Federica Guidi che si è dimessa proprio per il caso Basilicata. Il legale ha spiegato tra l’altro che «è stato prodotto tutto ciò che riguarda il rapporto fra Marina e Porto di Augusta: non c’è nessun atto di concessione o nessun atto della Marina che riguardi un qualche soggetto o una qualche società di quel porto». 

Inchiesta Potenza, De Giorgi: “Non ho niente da nascondere” (fonte: Repubblica)

Inchiesta Petrolio, i carabinieri acquisiscono migliaia di cartelle cliniche per verificare i danni alla salute

Firenze – Sono tre i filoni dell’inchiesta, condotta dalla Procura di Potenza: il primo coinvolge il Centro oli dell’Eni a Viggiano, il secondo l’impianto Total di Tempa Rossa e, infine, il porto di Augusta, in provincia di Siracusa. Nell’ambito del primo filone sulle attività di smaltimento dei rifiuti prodotti dello stabilimento Eni,i carabinieri del Noe hanno acquisito migliaia di cartelle cliniche negli ospedali lucani per verificare le patologie presenti in regione, tra cui anche quelle relative ai tumori.

Petrolio, i Noe indagano sulla presenza di tumori in Basilicata (fonte: Repubblica)

Petrolio in Basilicata, carabinieri indagano sulla presenza di tumori (fonte: SkyTg24)