Gasparri indagato per peculato

Maurizio Gasparri è indagato per peculato.

RomaLa Guardia di Finanza ha notificato stamani al senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri un avviso di chiusura indagini nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma sulla presunta appropriazione di fondi del Pdl. Il reato contestato al vicepresidente del Senato è quello di peculato. Il parlamentare nel marzo 2012 avrebbe usato 600mila euro dei fondi destinati al gruppo per aprire un’assicurazione alla banca Bnl del Senato. Un anno dopo, stando a quanto si legge dal capo d’imputazione, sollecitato dalla direzione amministrativa, la chiude restituendo la somma in due tranches. Il pm ha chiesto l’archiviazione per alcune accuse, ma non per l’indagine sul peculato.

Giorgio Napolitano rieletto Presidente della Repubblica

Ha ottenuto 738 voti al sesto scrutinio. In tarda mattinata ha detto sì al reincarico, dopo le pressanti richieste ricevute dalle forze politiche.

Roma – Giorgio Napolitano è stato rieletto Presidente della Repubblica al sesto scrutinio. Era sostenuto da tutti i partiti, con l’eccezione di Sel e Movimento 5 Stelle e ha ottenuto 738 voti a favore contro i 217 di Stefano Rodotà. In Piazza Montecitorio la notizia della rielezione viene accolta da urla e fischi.

L’esito di tutti gli scrutini

Rai: Festival di Sanremo confermato dal 12 al 16 febbraio

La Rai, in una nota, ha fatto sapere che non vi sarà nessun rinvio del Festival di Sanremo che si svolgerà dal 12 al 16 febbraio 2013

FirenzeNon ci sarà nessun rinvio per il Festival di Sanremo. La Rai, in una nota ha comunicato che la manifestazione canora si svolgerà dal 12 al 16 febbraio. Nei giorni scorsi non erano mancate le polemiche, sollevate dal Pdl ed inerenti ad un eventuale spostamento della kermesse in modo tale che non si sovrapponesse alle elezioni politiche.

Camera, bocciati gli emendamenti per l’abrogazione dei rimborsi ai partiti

Alla Camera sono stati tutti bocciati gli emendamenti che puntavano ad abrogare il finanziamento dei partiti.

RomaAlla Camera sono stati tutti bocciati gli emendamenti che puntavano ad abrogare il finanziamento dei partiti. Contro l’abrogazione dei rimborsi si sono espressi il Pd, l’Udc, gran parte del Pdl. A favore la Lega, l’Idv, i Radicali, Noisud. I deputati di Fli si sono astenuti. Il governo si era rimesso all’Aula (link).

Ballottaggi: sconfitta la Lega, emerge Grillo, tiene il Pd

Novantacinque Comuni al centro-sinistra, trentaquattro al centro-destra. Per la prima volta il Movimento 5 Stelle vince in un Comune capoluogo (Parma).

Roma – Novantacinque Comuni al centro-sinistra, trentaquattro al centro-destra. Questo l’esito delle Amministrattive 2012. Nella tornata precedente il centro-destra aveva prevalso per 98 a 56. Il Centro sale da 8 a 9 Comuni amministrati, le liste civiche da 6 a 10. Entra nella geografia politica il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che si aggiudica 3 Comuni tra cui Parma.

Questi gli esiti dei ballottaggi più importanti: a Genova è stato eletto Doria del centro-sinistra (59,7%). A Palermo ha prevalso Orlando (IDV, 72,4%). A Parma vittoria di Pizzarotti del Movimento 5 Stelle (60,2%), conferma per Cialente del Pd a L’Aquila (59,2%).

Altro dato rilevante è l’ulteriore calo dell’affluenza alle urne, che si è fermata al 51,38% contro il 65,36% del primo turno.

Risultati in tempo reale

Riepilogo Comuni capoluogo

Riepilogo Comuni superiori non capoluogo

I dati del Viminale

Affluenza alle urne (dati Viminale)

Il voto in Toscana (analisi Osservatorio elettorale della Regione Toscana)

Il giudice Ingroia: “Sono un partigiano della Costituzione”. Attacchi dal Pdl

L’intervento del magistrato al congresso del Pdci: “Fra chi difende la Carta e chi ogni giorno cerca di violarla, violentarla, stravolgerla, so da che parte stare”.

Roma – Il sostituto procuratore della Repubblica di Palermo Antonio Ingroia è intervenuto al congresso dei Comunisti italiani: “Fra chi difende la Carta e chi ogni giorno cerca di violarla, violentarla, stravolgerla, so da che parte stare”. 

”Un magistrato deve essere imparziale – ha detto Ingroia – quando esercita le sue funzioni -e non sempre certa magistratura che frequenta troppo certi salotti e certe stanze del potere lo è – ma io confesso non mi sento del tutto imparziale, anzi, mi sento partigiano. Partigiano non solo perché sono socio onorario dell’Anpi, ma sopratutto perché sono un partigiano della Costituzione”. L’intervento di Ingroia è stato fortemente criticato da vari esponenti politici del centrodestra.

Elezioni, sindaco Aosta al centrodestra.

Per la prima volta il centrodestra vince le elezioni per governare il comune di Aosta. Il nuovo sindaco è Bruno Giordano.

FirenzeIl sindaco di Aosta è di centrodestra. Per la prima volta nella storia il Pdl, alleato con l’Unione Valdotaine, vince le elezioni comunali. Il cambio radicale di rotta è stato determinato dalla scelta del partito autonomista di interrompere la propria esperienza politica con il Pd per allearsi con il partito di Berlusconi. La coalizione Uv, Stella Alpina, Pdl e Lega Nord, è riuscita ad eleggere primo cittadino nel capoluogo della regione più piccola di Italia, l’ex assessore Bruno Giordano ottenendo il 59,72% di voti. Netta la sconfitta di Carlo Curtaz che ha raccolo il 26,52%, sostenuto dalle liste Alpe e Sinistra per la Città, e del candidato Pd, Michele Monteleone, sostenuto da Ps e Idv, che si è fermato al 13,76% (link).

Link 1

Crisi, accordo bipartisan sull’estensione della cassa integrazione. Ma il governo dà parere negativo

L’estensione da 52 a 78 settimane votata dalla Commissione Lavoro della Camera. Ma per il ministro Sacconi è inutile.

Roma – La cassa integrazione ordinaria si allungherà di sei mesi, dalle attuali 52 settimane a 78, l’equivalente di un anno e mezzo. Lo prevede un emendamento approvato dalla commissione Lavoro della Camera, con un sì bipartisan. La norma è a firma del relatore Giuliano Cazzola e modifica il testo base sugli ammortizzatori sociali, che unifica diverse proposte di legge, ed ha ottenuto il consenso del Pdl, della Lega e del Pd. L’Idv e l’Udc erano assenti. La misura approvata è adottata in via sperimentale e riguarda il biennio 2010-2011.

Ma nonostante la convergenza registrata in Parlamento il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi ha annunciato il parere negativo all’emendamento da parte del governo, affermando che è una «norma inutile», perché i nuovi strumenti già «proteggono bene» i lavoratori delle aziende in crisi. Una presa di posizione ribadita in un’altra intervista e che ha suscitato reazioni indignate da parte del mondo politico e sindacale.

Dell’Utri in possesso di uno scritto inedito di Pasolini sui misteri dell’Eni?

Roma – Una notizia uscita nei giorni scorsi che ci ha lasciato interdetti. Non a caso abbiamo usato il punto di domanda nel titolo, perché più che di un fatto si tratta di un annuncio, tutto da verificare. Il senatore del Pdl e noto bibliofilo Marcello Dell’Utri ha annunciato una scoperta che sarà svelata all’apertura della XXI mostra del libro antico di Milano: un dattiloscritto scomparso di Pierpaolo Pasolini («inquietante per l’Eni» ha commentato il parlamentare) e che avrebbe dovuto costituire un capitolo del romanzo incompiuto Petrolio.

Una dichiarazione che apre degli interrogativi. Per capire di più sull’articolo di cui si parla vi rimaniamo a questo interessante contributo di Dario Olivero. Il fatto più inquietante è che questo scritto fu rubato dalla casa di Pasolini dopo la sua morte, e che quindi costituisce tecnicamente un corpo di reato. Resta da capire, se Dell’Utri ne è effettivamente in possesso, come lo abbia acquisito e perché faccia queste rivelazioni soltanto adesso. Cercheremo di tenervi aggiornati coi prossimi sviluppi della vicenda.