Lodo Mondadori, Berlusconi condannato a pagare 246mila euro alla Cir

Milano – La Fininvest dovrà versare come danni non patrimoniali alla Cir della famiglia De Benedetti 246mila euro anziché i 32 milioni di euro richiesti. Lo ha stabilito il Tribunale di Milano nella causa civile ‘bis’ sulla vicenda del Lodo Mondadori. Si è concluso così con un maxi sconto il primo grado della causa civile bis del Lodo Mondadori. Il giudice della decima sezione civile del tribunale di Milano Nadia Dell’Arciprete ha infatti quantificato in 246 mila euro i danni non patrimoniali subiti dalla Cir di Carlo De Benedetti nella vicenda dell’acquisizione della holding editoriale da parte della Fininvest di Silvio Berlusconi.

Lodo Mondadori, la Cassazione respinge il ricorso Fininvest.

La Cassazione ha respinto il ricorso della Fininvest contro la Cir per il risarcimento del Lodo Mondadori, che rimane confermato con un ritocco al ribasso.

Roma La Cassazione ha respinto il ricorso della Fininvest contro la Cir per il risarcimento del Lodo Mondadori, che rimane confermato con un ritocco al ribasso:  il taglio è di circa 23 milioni di euro rispetto ai 564,2 milioni di euro che il Biscione aveva già versato nel 2011. Alla somma da restituire, che fissa quindi il risarcimento in 541,2 milioni, vanno poi aggiunti interessi e rivalutazioni, che portano il totale da sottrarre a quanto già pagato da Fininvest a circa 70 milioni di euro e l’esborso complessivo di Berlusconi a favore di De Benedetti a quasi 500 milioni. La decisione è emersa dalle motivazioni sul Lodo depositate dalla Terza sezione civile della Cassazione relativamente all’udienza svoltasi lo scorso 27 giugno.

Lodo Mondadori, Cir ha ricevuto il pagamento da Fininvest

Cir ha ricevuto in pagamento da Fininvest i 564 milioni di euro, cifra stabilita da sentenza.

FirenzeCir ha ricevuto oggi da Fininvest il pagamento di “circa 564,2 milioni di euro” per il lodo Mondadori. Lo comunica il gruppo in una nota. Sul preannunciato ricorso in Cassazione, i legali di Cir “sono pienamente fiduciosi” di trovare “ulteriore riconoscimento” delle “buone ragioni della società”. Cir ricorda che il pagamento dell’importo è stato stabilito dalla sentenza della Corte d’Appello di Milano depositata lo scorso 9 luglio “quale risarcimento del danno causato a Cir dalla corruzione giudiziaria a suo tempo posta in essere nella vicenda del lodo Mondadori”. La cifra comprende “spese legali e interessi dal 3 ottobre 2009″.”Cir e i propri legali, Vincenzo Roppo ed Elisabetta Rubini – si legge nella nota – preso atto dell’intenzione di Fininvest di presentare ricorso in Cassazione, sono pienamente fiduciosi che le buone ragioni della società, già riconosciute da una sentenza penale passata in giudicato e da due gradi di giudizio civile, troveranno in tale sede ulteriore e definitivo riconoscimento”.

Fonte: Il Fatto Quotidiano