Eventi, il 23 aprile protagonisti saranno i libri

Firenze – Giovedì 23 aprile in tutta Italia sarà di scena l’iniziativa “#ioleggoperché“. «Il nostro scopo è stimolare chi legge poco o chi non legge – spiegano i promotori dell’Associazione italiana editori – Parliamo di ben più della metà degli italiani. Abbiamo deciso di incuriosirli, con l’aiuto dei lettori. Vogliamo mettere al centro di questa iniziativa i libri, le persone, tutte le istituzioni che hanno a cuore la lettura e, in generale, la cultura». L’obiettivo dell’evento – di cui Il Fatto Quotidiano è media supporter – è invogliare a leggere, sfruttando un modello di coinvolgimento e promozione: sono stati scelti 24 titoli – stampati in 10mila copie per ognuno – e affidati a dei “Messaggeri“, il cui compito è consegnare i libri in ogni luogo – anche sui treni -, coinvolgendo gli interlocutori con passione ed entusiasmo. 

Sequestrati a Marcello Dell’Utri 20 mila libri antichi. Indagato per ricettazione.

Sequestrati a Marcello Dell’Utri, in carcere a Parma, 20mila libri e documenti storici di archivio.

Milano Ventimila volumi di rilevanza storica e documenti di archivio, datati tra il XV ed il XIX secolo, del valore di alcuni milioni di euro, sono stati sequestrati a Milano dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Monza, su richiesta della Procura di Milano. I volumi appartengono a Marcello Dell’Utri, ora indagato con l’accusa di ricettazione ed esportazione (o importazione) illecita di opere d’arte. Dell’Utri è detenuto nel carcere di Parma, dove sta scontando una condanna a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

“Amianto, una storia operaia”: le presentazioni del mese di ottobre

Si comincia giovedì 9 a Pistoia, al dopolavoro CRAL Breda di via Ciliegiole, 77 – di fronte allo stabilimento Ansaldo Breda.

Prato – Segnaliamo volentieri le presentazioni del libro di Alberto Prunetti, “Amianto, una storia operaia”, previste per il mese di ottobre:

9 ottobre, Pistoia, dopolavoro CRAL Breda di Pistoia (via Ciliegiole, 77 – di fronte allo stabilimento Ansaldo Breda, ore 18;

15 ottobre, Pisa, Teatro Lux (orario da definire);

20 ottobre, Reggio Emilia, Cinema Rosebud, via Medaglia d’oro della Resistenza 6, ore 10 (tavola rotonda sulla sicurezza sui luoghi di lavoro);

24 ottobre, Massa Marittima, Biblioteca comunale, ore 17.30;

31 ottobre, Reggio Emilia (da confermare).

La recensione del libro “Amianto, una storia operaia” (agoravox.it)

Piazza della Loggia, in libreria la graphic novel “In nome del popolo italiano”

In libreria il secondo volume del graphic novel Piazza della Loggia di Francesco Barilli e Matteo Fenoglio.

Firenze Nell’anniversario della strage di piazza della Loggia (28 maggio 1974) – otto morti, oltre cento feriti –  e dopo la decisione della Cassazione che nel febbraio scorso ha annullato con rinvio la sentenza che mandava assolti tutti gli imputati, esce in libreria il secondo volume del graphic novel Piazza della Loggia (edizione Becco Giallo) di Francesco Barilli e Matteo Fenoglio, già autori di un lavoro analogo sulla strage di Piazza Fontana.

Se nel primo volume dedicato alla strage di Brescia, che aveva per sottotitolo “Non è di maggio”, questa coppia di autori rievocava i prodromi della strage inserendo l’attentato nel quinquennio nero 1969-1974, di questa seconda puntata già il sottotitolo, “In nome del popolo italiano”, indica il contenuto. Le parole di Barilli e le immagini di Fenoglio illustrano infatti il complicato excursus giudiziario relativo alla strage: indagini difficili ostacolate da depistaggi e seguite da una dozzina di procedimenti che non hanno, finora, portato ad alcuna condanna. 

 

Perugia, torna il Festival Internazionale del Giornalismo.

Si è aperta a Perugia la sesta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo.

FirenzeSi è aperta a Perugia la sesta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo che fino a domenica proporrà cinque giorni tra incontri, tavole rotonde, proiezioni di documentari, keynote speech, interviste, presentazioni di libri, workshop, concorsi, premiazioni e mostre. Oltre 200 eventi a ingresso libero per parlare, discutere e confrontarsi su attualità, giornalismo e problemi dell’informazione. Il Festival Internazionale del Giornalismo è stato fondato da Arianna Ciccone e Christopher Potter e in questa edizione i temi principali sono il data journalism e la presentazione del libro sulle linee guide per utilizzare database istituzionali, tabelle governative, statistiche pubbliche e social media come “fonti”.

 

L’ultima lezione di Enzo Biagi

Pubblicato da Rubettino, è uscito da pochi giorni “L’ultima lezione di Enzo Biagi” di Annarosa Macrì, giornalista dal 1978 in Rai. Una testimonianza precisa ed accurata sul modo in cui Enzo Biagi interpretava il giornalismo. Un contributo per capire il suo metodo, la sua lezione e i principi fondamentali ai quali si atteneva.
Annarosa Macri’ ha collaborato con Enzo Biagi fin dal 1990. Ha partecipato alla realizzazione di numerosi programmi, dai ‘Dieci comandamenti all’italiana’ a ‘Il fatto’ e a ‘Rt’ di cui e’ stata curatrice. Enzo Biagi le ha insegnato le regole alle quali ciascun giornalista deve attenersi con scrupolo. L’amore per la professione, spiegava Biagi, si deve tradurre nella ricerca della verita’ condotta con una grande onesta’ intellettuale. Una ricerca che, soprattutto, deve coincidere con la difesa del proprio punto di vista. Non solo. Il giornalista, spiegava ancora Biagi, deve esercitare la liberta’ di giudizio senza lasciarsi mai intimorire dal padrone di turno.
Prefazione di Loris Mazzetti.

Fonte AdnKronos