La Camera autorizza l’uso delle intercettazioni di Berlusconi nel processo “escort” a Bari

La Camera ha autorizzato l’utilizzo di intercettazioni nei confronti dell’ex deputato Silvio Berlusconi, imputato nel processo “escort” a carico di Giampaolo Tarantini

Firenze – «La Camera autorizza l’utilizzo di intercettazioni nei confronti dell’ex deputato Silvio Berlusconi». La notizia arriva dal profilo Twitter della Camera. Saranno quindi utilizzabili le intercettazioni richieste dal Gup di Bari ed effettuate a carico dell’ex presidente del Consiglio e leader di Forza Italia, imputato nel processo “escort” a carico di Gianpaolo Tarantini.

Inaugurato l’anno giudiziario. Il Pg di Cassazione: intercettazioni essenziali.

Roma – Le intercettazioni, se pur costose, sono indispensabili. L’ha dichiarato il Procuratore generale della Cassazione, Vitaliano Esposito, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2009 della Suprema Corte. <<Sono strumenti utili per il contrasto a diversi fenomeni criminali e ancora di più necessari per le indagini sulla criminalità organizzata o finalizzate alla cattura di latitanti, in un periodo storico in cui il contributo dei collaboratori di giustizia è estremamente ridotto>>. E’ uno dei passaggi della relazione del Procuratore generale che ha definito le intercettazioni <<strumenti essenziali>>. Sull’argomento è intervenuto anche il primo presidente della Cassazione, Vincenzo Carbone, che ha ribadito l’utilità delle intercettazioni, ponendo all’attenzione dei presenti però una avvertenza. Il problema delle intercettazioni <<risiede nella loro abnorme e poco giustificata reiterazione nel tempo – ha detto Carbone –  Dovrebbero essere vietate le proroghe se nel periodo inizialmente stabilito non si sono raggiunti risultati apprezzabili, tranne casi eccezionali, rigorosamente motivati>>.