Eternit, l’Inps si costituisce parte civile

Il danno da risarcire potrebbe raggiungere l’astronomica cifra di 3 miliardi di euro. La difesa ha chiesto la sospensione dell’udienza

Torino – Nuova udienza breve al processo contro la Eternit SpA, così come quella di lunedì scorso. Anche oggi è proseguita la discussione sull’ammissibilità delle parti civili ma il dato più saliente della giornata è senza dubbio la presentazione della richiesta di costituzione di parte civile da parte dell’Inps.

Una richiesta pesante, per la quale il danno deve ancora essere quantificato, anche se si parla della cifra astronomica di 3 miliardi di euro.

Si confermano così le indiscrezioni che erano circolate nei giorni scorsi e la richiesta ha indotto la difesa a chiedere la sospensione dell’udienza, che è stata aggiornata al 1° giugno.

La cronaca