Umberto Bossi e Francesco Belsito condannati per truffa allo Stato

Firenze – Due anni e mezzo di reclusione ad Umberto Bossi e quattro e dieci mesi a Francesco Belsito, ex tesoriere della Lega Nord. E’ questa la condanna per truffa ai danni dello Stato, pronunciata dal tribunale di Genova. Lo stesso tribunale ha disposto inoltre la confisca di 48 milioni di euro dai fondi della Lega Nord.

Fondi Lega Nord, due anni e tre mesi a Umberto Bossi. Condannati anche il figlio Renzo e l’ex tesoriere Belsito

Milano – Il giudice della VIII sezione penale del Tribunale di Milano Maria Luisa Balzarotti ha inflitto due anni e tre mesi a Umberto Bossi, un anno e sei mesi al secondogenito Renzo e 2 anni e 6 mesi a Francesco Belsito, ex tesoriere della Lega. Così, sono state accolte le richieste del pm Paolo Filippini. Erano tutti imputati di appropriazione indebita per aver usato, secondo l’accusa, fondi del Carroccio per fini personali.

La decisione del giudice Balzarotti è arrivata nel processo “The Family”, così ribattezzato per il nome scritto sulla cartella di documenti sequestrata a suo tempo a Belsito in cui comparivano quelle che sono state giudicate spese private della famiglia Bossi, pagate però con i soldi del Carroccio arrivati anche dai rimborsi elettorali.