Telecom, dossier illegali: Enrico Bondi rinviato a giudizio per falsa testimonianza

Il commissario straordinario dell’Ilva, Enrico Bondi, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di falsa testimonianza, nell’ambito dell’inchiesta sul presunto dossieraggio illegale di Telecom Italia

FirenzeIl commissario straordinario dell’Ilva, Enrico Bondi, è stato rinviato a giudizio con l’accusa di falsa testimonianza, nell’ambito dell’inchiesta sul presunto dossieraggio illegale di Telecom Italia per la vicenda della microspia trovata sulla sua auto quando era diventato da poche settimane amministratore delegato del gruppo di telecomunicazioni.  Sono state così accolte le richieste del procuratore aggiunto di Milano, Alfredo Robledo e del pm Antonio D’Alessio. A processo – avrà inizio l’11 novembre – è stato mandato anche l’ex capo del personale di Telecom Roberto Maglione.