Evasione, Iva: dal 2007 al 2010 non sono stati pagati 231 miliardi di euro

Dal 2007 al 2010 in Italia l’Iva evasa ha raggiunto quota 231 miliardi di euro

Firenze In tre anni, dal 2007 al 2010, in Italia l’Iva evasa ha toccato quota 231 miliardi di euro. Lo calcola l’Agenzia delle Entrate nella sua analisi sul tax gap, cioè la differenza tra l’ammontare delle imposte che l’amministrazione fiscale avrebbe dovuto raccogliere e quello che ha effettivamente incassato. Il 77% dell’imponibile non versato, si legge, è legato ai consumi finali delle famiglie, contro il 23% riconducibile alle imprese. Il mancato pagamento dell’imposta, al Sud e nelle isole, vale 83 miliardi di euro (circa il 35% del totale). Seguono il Nord-Ovest, che pesa per il 27% del “buco”, il Nord-Est (21%) e il Centro (17 per cento).

Bergamo, arrestato dopo sei ore l’uomo barricato in una sede dell’Agenzia delle Entrate.

Si è arreso l’uomo che oggi pomeriggio, armato di fucile e due pistole, ha fatto irruzione nella sede dell’Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia, nel bergamasco.

FirenzeSi è arreso l’uomo che oggi pomeriggio, armato di fucile e due pistole, ha fatto irruzione nella sede dell’Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia, nel bergamasco. Luigi Martinelli, in preda alla disperazione per motivi economici, ha sequestrato l’intero ufficio e dopo i primi coincitati momenti, ha lasciato uscire tutti i dipendenti, tranne uno. L’imprenditore ha chiesto di parlare coi giornalisti, un modo per farsi sentire dal premier Monti. Al tempo stesso è iniziata la trattativa coi carabinieri. Poco dopo le 21 anche l’ultimo ostaggio è stato liberato, dopodiché l’uomo si è consegnato alle forze dell’ordine.  

Bergamo, arrestato dopo sei ore… (fonte: Il Fatto Quotidiano)