Lombardo assolto dall’accusa di concorso esterno alla mafia. Condannato per voto di scambio.

Firenze – Assolto dall’accusa di concorso esterno alla mafia. Condannato a due anni per voto di scambio. E’ la sentenza della Terza Corte d’Appello di Catania nel processo all’ex presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo. Il 19 febbraio 2014 era stato condannato a sei anni e otto mesi. L’accusa aveva chiesto la condanna a sette anni e otto mesi di reclusione, un anno in più della sentenza di primo grado, contestando anche il reato elettorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *