Elezioni: trionfa il Movimento 5 Stelle, male il Pd di Renzi

Firenze – Il Movimento 5 Stelle trionfa a Roma, Torino e festeggia la vittoria in 19 dei 20 comuni in cui era arrivato al secondo turno. Male il Pd, nonostante i successi di MilanoBologna, mentre il centro-destra vince solo quando si presenta compatto, unito. I risultati di Trieste lo confermano. L’avvocato Virginia Raggi è il primo sindaco donna in Campidoglio con 770.564 preferenze (67,15%), più del doppio di quelle ottenute da Roberto Giachetti (376.935, pari al 32,85%) che poco dopo la chiusura del voto ha ammesso la sconfitta. A Torino Chiara Appendino ribalta il risultato del primo turno: l’esponente del Movimento 5 Stelle si attesta al 54,56%, mentre Piero Fassino si ferma al 45,44%. Un risultato, quello di Torino, disastroso per il Pd che la spunta a Milano dove Giuseppe Sala (51,70%) è il nuovo sindaco della città superando di un soffio Stefano Parisi (48,30), candidato del centro-destra. A Napoli si conferma primo cittadino Luigi De Magistris (185.907 preferenze, 66,85%) superando di gran lunga il candidato di centro-destra Giovanni Lettieri (92.174 voti, 33,15%). A Bologna  successo di Virginio Merola, esponente Pd (54,64%), che ha sconfitto la candidata della Lega Nord Lucia Borgonzoni (45,36%). Mentre, a Trieste è il centro-destra ad occupare la poltrona di sindaco: Roberto di Piazza, centro-destra, conquista il 52,63% contro il 47,37% di Roberto Cosolini, sostenuto dal Pd ed altre forze politiche.

I risultati dei comuni capoluogo. A Varese, dopo oltre 20 anni di regno Lega Nord, il comune sarà amministrato da un esponente Pd, Davide Galimberti (51,84%). Vittoria Pd anche a Ravenna con Michele De Pascale e a Caserta con Carlo Marino. Ma, per il resto solo dolori per il Pd di Matteo Renzi, aspirante costruttore del partito della nazione: Novara, Savona, Isernia, Brindisi, Grosseto, Olbia e Pordenone si affermano candidati del centro-destra. A Novara il sindaco è Alessandro Canelli, a Savona è la leghista Ilaria Caprioglio, a Isernia vince  Giacomo D’Apollonio, a Brindisi Angela Carluccio, ad Olbia Settimo Nizzi, a Pordenone Alessandro Ciriani e a Grosseto, dopo dieci anni, torna a comandare il centro-destra con Antonfrancesco Vivarelli Colonna. A Latina, sostenuto da una lista civica, diventa primo cittadino Damiano Coletta, a Benevento trionfa Clemente Mastella (62,88), a Crotone vince Ugo Pugliese. Anche in questo caso, sconfitto il partito democratico.

I successi del Movimento 5 Stelle. La forza politica vince in 19 dei 20 comuni dove è arrivata al ballottaggio: Cattolica, Chioggia, Genzano di Roma, Marino, Nettuno, Castelfidardo, Pinerolo, San Mauro Torinese, Ginosa di Puglia, Noicattaro, Carbonia, Anguillara, Pisticci e Vimercate. In Sicilia ottiene la poltrona da sindaco ad Alcamo, Favara e Porto Empedocle. Il M5s perde solo ad Alpignano (Torino) nella sfida contro una lista civica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *