Ilva, domiciliari a Fabio Riva

Il processo Ambiente Svenduto inizierà il prossimo 17 maggio a Taranto

Taranto – Il tribunale del Riesame di Taranto ha concesso gli arresti domiciliari a Fabio Riva, ex vicepresidente dell’Ilva e di Riva Fire, detenuto dal giugno dell’anno scorso nell’ambito dell’inchiesta ‘Ambiente svenduto’. E’ figlio del defunto presidente dell’Ilva Emilio – morto ad aprile 2014. Riva è stato recentemente sottoposto ad intervento chirurgico e deve fare periodicamente trattamenti terapeutici.

Il processo a carico di 44 persone fisiche e tre società inizierà il prossimo 17 maggio a Taranto. Il Riesame di Taranto non ha valutato una richiesta di scarcerazione o revoca della misura cautelare per motivi di salute ma ha dato seguito alla sentenza con la quale la Corte di Cassazione il 9 dicembre scorso ha annullato con rinvio l’ordinanza con la quale il 6 agosto 2015 era stato confermato il carcere per lo stesso Riva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *