Licenziato operaio che critica la propria azienda. Fiom: “condotta antisindacale”.

Firenze – Mohamed Abdalla Elhag Alì, operaio e delegato Fiom, ha partecipato lo scorso mese al corteo dei lavoratori della Saeco e, prendendo il megafono, ha raccontato la situazione dell’azienda in cui lavora, la Metalcastello spa, colosso metalmeccanico dell’Appennino bolognese. L’azienda, che dal 2014 fa parte del gruppo spagnolo Cie Automotive Ltd, ha giudicato quelle dichiarazioni “gravemente lesive” della propria immagine, e così, per quell’intervento in pubblico, l’11 gennaio Mohamed è stato licenziato. Immediata la reazione della Fiom che ha già dato mandato a un legale di impugnare il licenziamento e di procedere contro la Metalcastello per “condotta antisindacale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *