Corruzione, prosciolti Eni e l’ex amministratore delegato Scaroni. Rinviata a giudizio la partecipata Saipem.

Prosciolto Paolo Scaroni ed Eni dall’accusa di concorso in corruzione internazionale.

Milano Il gup di Milano Alessandra Clementi ha prosciolto Paolo Scaroni ed Eni nel processo sulla presunta corruzione internazionale da circa 198 milioni di dollari, tangente che secondo l’accusa era stata versata da Saipem a pubblici ufficiali algerini in cambio di sette appalti petroliferi. E’ stata rinviata a giudizio, invece, la stessa Saipem, partecipata di Eni, in virtù della legge sulla responsabilità amministrativa degli enti. Scaroni era accusato di concorso in corruzione internazionale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *