Thyssenkrupp, la Cassazione: “Omicidio colposo”. I parenti: “Vergogna”

Roma Le sezioni unite penali della Cassazione hanno annullato con rinvio le condanne ai manager imputati per il rogo della ThyssenKrupp, che nel dicembre del 2007 uccise sette operai della multinazionale tedesca dell’acciaio mentre lavoravano nell’allora stabilimento torinese. I giudici supremi hanno confermato la responsabilità degli imputati per omicidio colposo ma hanno annullato una parte della sentenza di appello che riguarda una circostanza aggravante. Ci sarà un nuovo processo d’appello a Torino. Il procuratore generale Carlo Destro aveva chiesto la conferma delle pene inflitte dalla Corte d’appello di Torino ai sei imputati per omicidio colposo. Immediata la reazione di familiari e parenti che, subito dopo la lettura della sentenza, hanno urlato “vergogna, vergogna”.

Thyssen, Cassazione: “Nel nuovo processo pene più alte”…. (fonte: Il Fatto)

Thyssen, non fu omicidio volontario

Thyssen, familiari vittime contro Pg Cassazione…. (fonte: Il Fatto)

Thyssenkrupp: la Cassazione di fronte …. (di Santo Della Volpe, fonte: Articolo 21)

Morti Thyssen, “non fu omicidio volontario” (fonte: Repubblica)

Thyssenkrupp, Cassazione: nuovo processo …. (di Marta Tondo, fonte: Nuovasocietà)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *