Il decreto salva-Ilva è legge. Ok dal Senato senza modifiche

Via libera definitivo al decreto che nomina Enrico Bondi commissario per il risanamento del colosso siderurgico.

Roma – Via libera definitivo dell’aula del Senato con 206 sì, 19 no e 10 astenuti al decreto legge che consente il commissariamento di imprese di interesse strategico nazionale che comportino pericolo ambientale e commissaria l’Ilva di Taranto. Maggioranza e governo avevano deciso di ‘blindare’ il provvedimento a Palazzo Madama e quindi di escludere modifiche, motivando la decisione con i tempi ristretti di approvazione (la conversione del dl doveva arrivare entro il 3 agosto) che avrebbero reso difficile una terza lettura alla Camera.

Nel decreto il governo ha affidato l’azienda al commissario Enrico Bondi, al quale successivamente si è unito come subcommissario Edo Ronchi. Il decreto svincola gli 8,1 miliardi di euro che erano stati messi sotto sequestro dalla magistratura a fine maggio e li affida al commissario che dovrà utilizzarli per garantire l’attuazione dell’Aia e dunque la bonifica dell’area.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *