Taranto, Bondi: “I tumori? La colpa è di tabacco e alcol”.

In una lettera, inviata al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e al direttore generale dell’Arpa Giorgio Assennato, il commissario straordinario dell’Ilva, Enrico Bondi, sostiene che le cause di malattie e decessi per tumori a Taranto sono il fumo da tabacco e l’alcol.

FirenzeIn una lettera, inviata al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e al direttore generale dell’Arpa Giorgio Assennato, il commissario straordinario dell’Ilva, Enrico Bondi, sostiene che le cause di malattie e decessi per tumori a Taranto sono il fumo da tabacco e l’alcol. Inoltre, lo stesso Bondi individua le responsabilità anche nella «difficoltà nell’accesso a cure mediche e programmi di screening». A renderlo noto è il Fatto Quotidiano. Secondo il commissario straordinario, le sigarette, l’alcol, la difficoltà nell’accesso alle cure mediche e programmi di screening sarebbero i motivi degli indici di mortalità a Taranto. In questo modo Bondi nega qualsiasi responsabilità all’Ilva e la perizia, allegata alla lettera, critica duramente lo studio “Sentieri” compiuto dal ministero della Salute e la valutazione del danno sanitario effettuato da Arpa Puglia che aveva spiegato che, anche con la piena attuazione delle misure previste nell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia), l’impatto degli inquinanti sulla popolazione non si sarebbe azzerata, ma solo dimezzata. Anche il documento Sentieri è nelle mani de Il Fatto Quotidiano.

Bondi: “L’ilva non c’entra”… (fonte: Il Fatto Quotidiano)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *