Eternit, la difesa insiste con la consueta strategia: “Processo da rifare”

La richiesta si aggiunge a quelle già presentate di incompetenza territoriale e prescrizione del reato.

Torino – Continuano le eccezioni della difesa al processo d’appello Eternit. I legali dei due imputati (Cesare Zaccone e Carlo Enrico Paliero per de Cartier, Astolfo di Amato e Guido Alleva per Schmidheiny) cercano di smantellare il risultato del processo di primo grado. L’ultima richiesta è quella di rifare il processo. Ritorna anche la richiesta di prescrizione del reato, già avanzata durante la sentenza del 13 febbraio 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *