Tromba d’aria sull’Ilva. Una quarantina i feriti, si cerca un disperso

Il governo continua a lavorare sul decreto che darebbe all’azienda facoltà di proseguire l’attività per due anni nello stabilimento di Taranto.

Taranto – Una violenta ondata di maltempo si è abbattuta su Taranto e una tromba d’aria ha causato il crollo del camino delle batterie 1 e 2 dello stabilimento Ilva, nel reparto cokerie, ma anche il crollo in mare di una gru. Una quarantina i feriti, mentre i sommozzatori sono al lavoro per cercare un disperso.

Il tragico evento atmosferico arriva mentre il governo continua a lavorare sulla bozza di decreto per permettere all’azienda di proseguire la sua attività per altri due anni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *