Fiat condannata per condotta antisindacale anche a Termoli

L’azienda ha applicato un diverso trattamento economico sulle indennità ai lavoratori iscritti alla Fiom con una perdita salariale di 300 euro al mese.

Firenze – Il tribunale di Larino (campobasso), da cui dipende lo stabilimento di Termoli, ha condannato la Fiat per la seconda volta per attività antisindacale “in quanto ha applicato – rende noto la Fiom – un diverso trattamento economico sulle indennità ai lavoratori iscritti alla Fiom con una perdita salariale di 300 euro al mese”.

L’azienda era già stata condannata nel mese di marzo dal Tribunale di Bologna per avere rifiutato il riconoscimento delle rsu della Fiom dopo l’entrata in vigore dell’accordo separato firmato solo da Cisl, Uil e Ugl.

Intanto non accenna a fermarsi la crisi produttiva della Fiat. Ieri è stata annunciata ieri la cassa integrazione anche per tutti gli addetti alle ex Meccaniche di Mirafiori (1.441 addetti). I lavoratori si fermeranno dal 26 novembre al 2 dicembre. Oggi Marchionne incontrerà i leader sindacali, dopo l’esame dei dati del terzo trimestre da parte del CdA.

Il commento di Paolo Griseri (Repubblica.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *