Lavoro notturno, in aumento gli infortuni

Una crescita del 7,2% rispetto al 2009, con un picco dell’8,6% in più per gli infortuni subiti dalle donne.

Roma – Aumentano gli infortuni sul lavoro in orario notturno. Lo dicono i dati dell’Inail: “Nel 2010 si sono registrati 19.565 casi, in aumento rispetto al 2009 del 7,2% e in controtendenza rispetto alle variazioni dei due anni precedenti”. Secondo l’istituto l’incremento delle denunce nell’ultimo anno fa seguito alla lenta ripresa delle attività notturne del settore industriale. In crescita anche gli infortuni subiti dalle donne, il 23% del totale con un incremento dell’8,6%.

Nel 2010, secondo i dati Istat, i lavoratori notturni sono stati 1,9 milioni, l’8,5% del totale degli occupati. Le donne rappresentano il 28,6%, quota inferiore rispetto al 40,3% registrato per tutti i lavoratori. Fra gli occupati il 30% e’ impiegato esclusivamente in orario notturno, mentre il 70% e’ turnista (di questi i tre quarti hanno lavorato di notte una sola volta nel corso del mese).

http://www.inail.it/repository/ContentManagement/node/N670420288/Dati%20Inail%20N10_2011.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *