Il pm Guariniello: alla Eternit accettato il disastro

Il processo è ripreso con le repliche dell’accusa. Il pm Guariniello agli imputati: “Hanno finito per agire con dolo”

Torino – E’ ripreso con le repliche del pm Raffaele Guariniello il processo Eternit. Il procuratore ha usato parole dure nei confronti dei due imputati, il miliardario svizzero Stefan Schmidheiny e il barone belga Louis de Cartier: “Hanno accettato il disastro e hanno finito per agire con dolo intenzionale”.

A proposito della pena richiesta (20 anni di reclusione per i reati di disastro doloso e omissione dolosa di cautele antinfortunistiche) Guariniello ha detto: “Nella mia carriera di pubblico ministero non avevo mai chiesto condanne tanto elevate. Questa volta l’ho fatto per l’intensità dell’elemento soggettivo e per il prolungamento del comportamento degli imputati nel tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *