Le crisi industriali non vanno in vacanza: 187 tavoli di crisi, 225mila lavoratori coinvolti

La denuncia del dipartimento Industria della Cgil su dati del Ministero dello Sviluppo economico: 54 vertenze verso una soluzione, 133 da dirimere urgentemente

Roma – Le crisi industriali non vanno in vacanza e la pausa estiva lascia in sospeso i 187 tavoli di crisi che risultano aperti presso il ministero dello Sviluppo economico e, di conseguenza, incerto il futuro, nonché il prossimo autunno, di circa 225mila lavoratori. Sono i numeri che emergono da una mappatura sulle vertenze aziendali, prodotta dal dipartimento Industria della Cgil su dati del Mise.

Secondo quanto risulta alla Cgil, alla luce dell’andamento dei tavoli, ci sarebbero inoltre 54 vertenze indirizzate al momento verso una “soluzione individuata” ma ne rimarrebbero ancora 133 da dirimere urgentemente.

Il punto della situazione per settori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *