Thyssen, Galli: Confindustria si scusa. E la Marcegaglia?

Il direttore generale di Confindustria Giampaolo Galli ha chiesto scusa per quell’applauso ad Herald Espenhahn, condannato in primo grado a sedici anni e mezzo per il rogo alla Thyssen in cui morirono sette operai.

Firenze «L’applauso all’amministratore delegato di Thyssen è stato sbagliato, inopportuno, e colgo l’occasione per chiedere scusa a nome di Confindustria ai familiari delle vittime e all’opinione pubblica che si è sentita colpita e offesa»Lo ha affermato il direttore generale di Confindustria Giampaolo Galli intervenendo al programma “Coffee Break” in onda su La7. Gli imprenditori hanno applaudito l’amministratore delegato Herald Espenhahn, condannato in primo grado a sedici anni e mezzo per il rogo in cui morirono sette operai,  durante l’assise di Confindustria che si è svolta sabato scorso a Bergamo. «Ma quell’applauso – ha aggiunto Galli – va capito perché è spontaneo in una platea di imprenditori. Perchè c’è stato? Perchè le imprese si trovano preoccupate per l’estrema incertezza del diritto in Italia». Intanto Antonio Boccuzzi, unico superstite al rogo del 6 dicembre 2007. annuncia:  «Il presidente Emma Marcegaglia, verrà nei prossimi giorni a Torino per incontrare i familiari delle vittime della Thyssen» (link).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *