25 aprile a Casa Cervi: l’Italia ha bisogno di una nuova Resistenza

Firenze Il 25 aprile avrò l’onore di essere a Casa Cervi (Gattatico, Reggio Emilia) insieme a Don Luigi Ciotti e a tanti altri amici per festeggiare la Liberazione dell’Italia dal dominio nazifascista, per ricordare i tanti giovani e non che si sacrificarono per portare la democrazia attraverso la Resistenza, per dare vita a “Radici nel Futuro” che nascerà dal gemellaggio tra Libera (associazioni, nomi, numeri, contro le mafie) e l’Istituto Cervi, perché crediamo nella continuità storica e civile tra antifascismo e legalità.
L’Italia ha bisogno di una nuova Resistenza contro un governo sostenuto da una maggioranza che in ogni momento attacca la Costituzione e le Istituzioni di garanzia. Il 25 aprile è l’occasione di andare oltre all’indignazione, per questo in ogni piazza d’Italia si eleverà un sol grido: “Giù le mani dalla Carta”.
Anche nel luogo simbolo della Resistenza, dove furono atrocemente uccisi i sette fratelli Cervi, la manifestazione inizierà con la lettura dell2Articolo 1: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.

Firma: Loris Mazzetti

Fonte: Articolo 21

Carlo Smuraglia, “Si sveglino le coscienze”

Appello dell’Anpi per il 25 aprile

25 aprile a Monte Marrone

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *