Thyssen, la difesa: nessuna ipotesi dolosa

Stamani si è svolta la penultima udienza del processo per il rogo alla Thyssenkrupp, dedicata alla replica dei legali degli imputati.

Torino«Nulla dell’ipotesi dolosa ha trovato riscontro in questo processo». Lo ha detto stamani  l’avvocato Ezio Audisio nella penultima udienza del processo per il rogo alla Thyssenkrupp e dedicata alle repliche dei legali degli imputati. Una delle tesi della difesa si basa sul fatto che «non esisteva nessun obbligo di installazione di impianti di rilevazione e spegnimento incendi sul quel tratto della linea 5, tanto che né prima né dopo, questo sistema è stato previsto in nessun altro impianto». «Non soltanto – ha precisato Audisio – non vi fu consapevolezza di quanto sarebbe potuto accadere da parte del mio cliente (Harald Espenhahn, ndr), ma dagli elementi emersi in questo processo, non avrebbe potuto neppure essere immaginata». Audisio è il legale dell’amministratore delegato Espenhahn, accusato di omicidio volontario con dolo eventuale e per lui l’accusa ha chiesto sedici anni e mezzo. Prima dell’avvocato Audisio, hanno esposto le proprie argomentazioni gli altri legali del collegio difensivo. L’udienza si è aperta con le parole dell’avvocato Maurizio Anglesio, difensore degli imputati Giuseppe Salerno, Cosimo Cafueri e Daniele Moroni. Il legale ha ribadito che il rischio corso dagli operai, secondo specifici studi, era da considerarsi medio e non alto. Anglesio ha riaffermato che gli operai non erano così vicini al punto di un possibile  innesco di incendio e ha ricordato che passarono almeno undici minuti dal momento in cui si sviluppò il primo focolaio dell’incendio all’intervento dei lavoratori con gli estintori. Poi, è stata la volta dell’avvocato Franco Coppi che ha ribadito come non si possa attribuire il dolo eventuale ad Harald Espenhahn. «Sostenere che ha agito con dolo, significherebbe ammettere che Espenhahn è un assassino». E’ uno dei passaggi più forti della replica dell’avvocato Coppi. Poi, hanno preso la parola gli avvocati Cesare Zaccone e Andrea Garaventa. L’ultima udienza si svolgerà venerdì mattina, quando concluderà il suo intervento l’avvocato Audisio. Sempre venerdì, in serata, è attesa la sentenza.

Thyssenkrupp, si avvicina la sentenza 

Processo thyssen, la difesa: no al dolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *