Thyssen, le parti civili: richiesti 129mila euro per i 40 ex operai

L’avvocato Sergio Bonetto ha avanzato alla Corte d’Assise un risarcimento di 129mila euro per ogni operaio, quaranta, che si sono costituiti parte civile al processo per il rogo che nel 2007 alla Thyssenkrupp costò la morte di sette operai.

Torino –  L’avvocato Sergio Bonetto ha avanzato alla Corte d’Assise una richiesta di risarcimento di 129mila euro per ogni operaio, quaranta in tutto, che si è costituito parte civile al processo per il rogo che nel 2007 alla Thyssenkrupp costò la morte di sette operai. <<Gli operai – ha affermato il legale – sono stati tenuti a lavorare in condizioni di rischio via via crescenti costruite all’interno dello stabilimento di Torino nell’interesse della ThyssenKrupp>>. Lo stesso avvocato ha anche dichiarato che <<gli operai a Torino hanno una tradizione di serietà e quindi anche la nostra richiesta è seria>>. I lavoratori presenti in aula, alla fine dell’udienza, sono andati dal loro avvocato e, uno per uno, gli hanno stretto la mano.

Link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *